Corso di guida gratis per le aziende: come fare

Corso di guida gratis per le aziende: come fare

I fondi interprofessionali

La legge prevede che lo 0,3% dei contributi pagati all’INPS può ritornare nelle disponibilità dell’azienda sottoforma di rimborso per le attività formative rivolte ai dipendenti. Ogni azienda che ha versato contributi ha quindi diritto a spendere le somme accantonate all’INPS per l’organizzazione di attività formative.

La gestione di questa liquidità è affidata a soggetti denominati fondi interprofessionali che si occupano di quantificare gli accantonamenti presso l’INPS e rimborsarli all’azienda previa verifica dell’effettivo svolgimento delle attività formative.

ATTENZIONE: Le somme accantonate hanno però una scadenza. Se l’azienda non le utilizza entro i termini, si perdono. Non è un peccato?

Come deve fare un’azienda ad attingere al proprio “tesoretto”

Per prima cosa bisogna parlarne con il proprio consulente del lavoro e individuare il fondo che diventerà il nostro interlocutore per la gestione dei rimborsi.

Esistono diversi fondi che si occupano di gestire i rimborsi alle aziende. Ne citiamo alcuni: Fonarcom, fondimpresa, Fon.ter, Fondir, formazienda …

Successivamente si dovrà invitare la persona che si occupa di redigere le buste paga ad indicare nell’Uniemens mensile il codice del fondo che abbiamo scelto. Da quel momento lo 0,3% dei contributi versati può ritornare all’azienda sottoforma di rimborso per le attività formative svolte.

ATTENZIONE: Se non si aderisce ad un fondo interprofessionale le somme si perdono. E’ consigliato farlo! Del resto si tratta solo di indicare un codice nel Uniemens. Facilissimo.

 

Guarda il CALENDARIO CORSI PER AZIENDE e contattaci per saperne di più.

 



0